giovedì 18 novembre 2010


Joey e Merv. affogare piano a distanze impossibili. cicatrici. bollicine al lattosio turchine, turchesi. Draghi, meduse,assassine. morsi su mille pagine di libri ormai gialli.ormai impolverati. l'autunno come una lama ben affilata. i chilometri, le acque, i capelli, i cappelli. labbra all' anti-infiammatorio alla menta. mi curi tu. unidiciequindici. analogie e fotografia analogica.









 ciao mi chiamo Joey. e niente.

2 commenti:

  1. Che foto stupende! Non ne avevo mai viste di fatte così! E va bene.. sono un'ignorante.
    Però sono belle davvero.

    RispondiElimina
  2. e anche quello che c'è scritto sotto.

    RispondiElimina